Powered by Radar Relay
Powered by Radar

Porre le basi per la token economy

Porre le basi per la token economy

Gli exchange di token affrontano ostacoli che ne impediscono lo sviluppo. Per esempio, la detenzione di una grande liquidità centralizzata, che pone rischi alla sicurezza, la scarsa fluidità fra i token, le ripetute o non necessarie transazioni che provocano un carico eccessivo sulle blockchain, ed una perdita delle best practice che provoca incertezza e frammentazione all’interno dell’ecosistema di Ethereum.

Gli exchange di token affrontano ostacoli che ne impediscono lo sviluppo. Per esempio, la detenzione di una grande liquidità centralizzata, che pone rischi alla sicurezza, la scarsa fluidità fra i token, le ripetute o non necessarie transazioni che provocano un carico eccessivo sulle blockchain, ed una perdita delle best practice che provoca incertezza e frammentazione all’interno dell’ecosistema di Ethereum.

Attualmente, esistono due tipi di token exchange

Attualmente, esistono due tipi di token exchange

Centralizzati

Gli exchange centralizzati sono rischiosi perché collocano tutti le risorse e le registrazioni delle transazioni all’interno di una singola organizzazione. Richiedono agli utenti di depositare i fondi in un portafogli (wallet) posseduto e gestito dall’exchange stesso. Gestori in mala fede potrebbero chiudere l’exchange e fuggire con i fondi, difficoltà tecniche potrebbero causare tempi morti nei trasferimenti e nel trading, o addirittura perdita di fondi, cambi normativi potrebbero bloccare le attività, e gli hacker potrebbero più facilmente individuare le vulnerabilità del sistema grazie all’unico punto debole.

Centralizzati

Gli exchange centralizzati sono rischiosi perché collocano tutti le risorse e le registrazioni delle transazioni all’interno di una singola organizzazione. Richiedono agli utenti di depositare i fondi in un portafogli (wallet) posseduto e gestito dall’exchange stesso. Gestori in mala fede potrebbero chiudere l’exchange e fuggire con i fondi, difficoltà tecniche potrebbero causare tempi morti nei trasferimenti e nel trading, o addirittura perdita di fondi, cambi normativi potrebbero bloccare le attività, e gli hacker potrebbero più facilmente individuare le vulnerabilità del sistema grazie all’unico punto debole.

Decentralizzati

Gli order book degli exchange decentralizzati, sono distribuiti sulla blockchain. Tuttavia, i token sono ancora bloccati in smart contract proprietari. Questo concentra la fiducia unicamente sul team dell’exchange decentralizzato per scrivere, implementare, verificare e mantenere detti contratti. Ospitando l’order book sulla blockchain, un exchange decentralizzato può generare un elevato numero di transazioni che rallenta i tempi di blocco e aggiunge inutile stress all’ecosistema.

Decentralizzati

Gli order book degli exchange decentralizzati, sono distribuiti sulla blockchain. Tuttavia, i token sono ancora bloccati in smart contract proprietari. Questo concentra la fiducia unicamente sul team dell’exchange decentralizzato per scrivere, implementare, verificare e mantenere detti contratti. Ospitando l’order book sulla blockchain, un exchange decentralizzato può generare un elevato numero di transazioni che rallenta i tempi di blocco e aggiunge inutile stress all’ecosistema.

Introduzione al trade network modulare

Introduzione al trade network modulare

La natura modulare del protocollo 0x sta ridefinendo il concetto di “exchange”, smontandolo in pezzi separati. Non più una singola entità, 0x apre l’ecosistema lasciando che i protocolli commerciali (smart contract), portafogli, order book ed altro, siano applicazioni eseguite in modo indipendente.

La natura modulare del protocollo 0x sta ridefinendo il concetto di “exchange”, smontandolo in pezzi separati. Non più una singola entità, 0x apre l’ecosistema lasciando che i protocolli commerciali (smart contract), portafogli, order book ed altro, siano applicazioni eseguite in modo indipendente.

Perché questo è un grande vantaggio?

Perché questo è un grande vantaggio?

1. E’ un’app decentralizzata (dApp) agnostica

Un protocollo commerciale aperto come 0x significa che chiunque può usarlo. Questo crea standardizzazione tra l’ecosistema di Ethereum che è affidabile, non-proprietario, e migliora attraverso il consenso della comunità, piuttosto che dipendere da un’autorità centralizzata.

2. La proprietà coincide con il titolare dei token

I proprietari dei token, invece che depositare i loro token in un portafogli o in uno smart contract di proprietà di un’entità centrale, possono scambiarsi i token direttamente, utilizzando il proprio portafogli Ethereum. Il protocollo commerciale semplicemente fornisce gli strumenti per eseguire operazioni di trading sulla blockchain e i relayer forniscono agli utilizzatori i sistemi per trovare, effettuare e compilare gli ordini.

3. Trasmissione off-chain, configurazione on-chain

Per garantirne la sicurezza, gli ordini sono crittograficamente firmati dal titolare del token, ma non sono trasmessi alla catena fino a quando tutte le modifiche non sono definitive. Questo evita un sovraccarico della catena, trasmettendo alla blockchain soltanto l’importo finale della transazione.

4. N:N accoppiamento di token per i trasferimenti liquidi

Il protocollo commerciale 0x è in grado di fare anche trading N:N, così non è necessario ritrasformare un token in ETH per trasformarlo nuovamente in un token diverso. Meno conversioni significa meno traffico, meno commissioni e meno barriere alle nuove utility.

5. Liquidità in rete

La creazione di un network complementare rende le riserve centralizzate di liquidità obsolete, trasformando ogni portafoglio individuale in una risorsa di liquidità decentralizzata. Molti registri di ordini e titolari di token possono interagire attraverso un protocollo sottostante condiviso, senza il bisogno di passare attraverso terze parti o perdere il controllo del proprio asset.

1. E’ un’app decentralizzata (dApp) agnostica

Un protocollo commerciale aperto come 0x significa che chiunque può usarlo. Questo crea standardizzazione tra l’ecosistema di Ethereum che è affidabile, non-proprietario, e migliora attraverso il consenso della comunità, piuttosto che dipendere da un’autorità centralizzata.

2. La proprietà coincide con il titolare dei token

I proprietari dei token, invece che depositare i loro token in un portafogli o in uno smart contract di proprietà di un’entità centrale, possono scambiarsi i token direttamente, utilizzando il proprio portafogli Ethereum. Il protocollo commerciale semplicemente fornisce gli strumenti per eseguire operazioni di trading sulla blockchain e i relayer forniscono agli utilizzatori i sistemi per trovare, effettuare e compilare gli ordini.

3. Trasmissione off-chain, configurazione on-chain

Per garantirne la sicurezza, gli ordini sono crittograficamente firmati dal titolare del token, ma non sono trasmessi alla catena fino a quando tutte le modifiche non sono definitive. Questo evita un sovraccarico della catena, trasmettendo alla blockchain soltanto l’importo finale della transazione.

4. N:N accoppiamento di token per i trasferimenti liquidi

Il protocollo commerciale 0x è in grado di fare anche trading N:N, così non è necessario ritrasformare un token in ETH per trasformarlo nuovamente in un token diverso. Meno conversioni significa meno traffico, meno commissioni e meno barriere alle nuove utility.

5. Liquidità in rete

La creazione di un network complementare rende le riserve centralizzate di liquidità obsolete, trasformando ogni portafoglio individuale in una risorsa di liquidità decentralizzata. Molti registri di ordini e titolari di token possono interagire attraverso un protocollo sottostante condiviso, senza il bisogno di passare attraverso terze parti o perdere il controllo del proprio asset.

Esistono due modi di interagire con il protocollo

Esistono due modi di interagire con il protocollo

Peer-to-Peer

Peer-to-Peer

Il proprietario dei token non ha bisogno dell’interazione di terze parti per trasmettere transazioni alla blockchain. Usando gli smart contract 0x, ciascun utente può creare il proprio ordine e promuoverlo in qualunque modo desideri, via social network, pubblicità in TV, pezzi di carta scritti, etc. Quando un altro proprietario di token vuole accettare un ordine, semplicemente prende l’ordine e lo esegue usando un 0x smart contract per concludere lo scambio. Gli intermediari non sono necessari.

Il proprietario dei token non ha bisogno dell’interazione di terze parti per trasmettere transazioni alla blockchain. Usando gli smart contract 0x, ciascun utente può creare il proprio ordine e promuoverlo in qualunque modo desideri, via social network, pubblicità in TV, pezzi di carta scritti, etc. Quando un altro proprietario di token vuole accettare un ordine, semplicemente prende l’ordine e lo esegue usando un 0x smart contract per concludere lo scambio. Gli intermediari non sono necessari.

Order Relayer

Order Relayer

Trovare qualcuno con la tua esatta corrispondenza potrebbe essere difficile da solo. E’ qui che entra in gioco la seconda categoria del P2P network, conosciuta come relayer. I relayer non hanno bisogno di possedere i token e gli ordini non sono validi fino a quando non sono firmati dall’utente.

Trovare qualcuno con la tua esatta corrispondenza potrebbe essere difficile da solo. E’ qui che entra in gioco la seconda categoria del P2P network, conosciuta come relayer. I relayer non hanno bisogno di possedere i token e gli ordini non sono validi fino a quando non sono firmati dall’utente.

Il futuro "tokenizzato"

Il futuro "tokenizzato"

La blockchain è ancora agli inizi. Nella futura token economy, un protocollo commerciale sarà essenziale per accedere alle merci e ai servizi in tutto il pianeta. Avere questo protocollo significa che più dApp potranno essere unite assieme per fornire serie di servizi modulari, operanti al fine di creare fluide forme di commercio. Questa non è la nascita di una nuova exchange, è il modo per navigare nell’economia del futuro.

Radar Relay

Trade the Network with Radar Relay.

Open App